mercoledì 17 dicembre 2008

mercoledì 26 novembre 2008

martedì 4 novembre 2008

Re: Meno male che Silvio c'è

BERLUSCONI IL SEDUTTORE

Seduci coi soldi porcone!

La verità sui fatti di Piazza Navona

Siamo con la violenza organizzata che ritorna, ma tanto è colpa dei "comunisti"! Ma dove stanno oggi questi comunisti?

domenica 5 ottobre 2008

LE BUGIE DEL MINISTRO GELMINI SULLA SCUOLA!

Cara MicroMega.net - Lettere alla redazione
Le bugie del ministro Gelmini
Un attacco feroce che non ha precedenti nella storia della Repubblica, sta per cambiare le sorti dei nostri ragazzi, e tutto ciò fra l'indifferenza e l'arroganza di un ministro che all' opinione pubblica racconta le "sue" verità, basate su un’ interpretazione distorta e non veritiera di dati statistici.
Alle famiglie viene detto che i ragazzi trascorrono troppo tempo sui banchi di scuola, che ci sono troppi insegnanti e troppi bidelli a fronte di risultati modesti, che la scuola non può essere considerata uno stipendificio e un ammortizzatore sociale, deridendo una categoria, quella dei docenti, che opera con impegno e spirito di abnegazione al servizio dello stato e della società. Il tutto attraverso una campagna mediatica condotta ad hoc, volta a far credere ai cittadini che i problemi della scuola si risolvono con voti in pagella e grembiulini, tacendo invece su quello che è l’unica, vera volontà del governo: fare cassa a discapito della qualità dell'insegnamento offerto agli alunni senza tenere conto delle esigenze delle famiglie. Infatti…
Non è vero come afferma il ministro che i dipendenti del MIUR siano 1.300.000, ma 1.125.975 (Dati MPI – la scuola in cifre).
Non è vero che il 97% del bilancio del MIUR viene speso in stipendi, ma il dato reale è il 78,8% (dati OCSE – studio Education at a glance), in linea con gli altri paesi. E’ vero invece che il MIUR si limita SOLO a pagare gli stipendi, investendo appena il 2,8% del P.I.L., rispetto al 3,80 % di media dei paesi europei. (dati OCSE – Education at a glance).
Non è vero che la spesa per la scuola è continuamente cresciuta negli ultimi anni, infatti la quota di spesa complessiva è scesa dal 12,6 del '90 al 10,6 del 2005 (dati ISTAT). Ciò è dovuto ai continui tagli operati dai vari governi in questo settore. E ancora: se tra il 1995 e il 2005 gli investimenti nella scuola dei paesi europei sono aumentati del 41%, in Italia l’incremento è rimasto contenuto al 12%. (dati OCSE – education at a glance).
Non è vero che i docenti aumentano mentre gli alunni diminuiscono. Dall'anno scolastico 2001/02 fino all'anno scolastico 2007/08 gli alunni sono costantemente cresciuti mentre i docenti sono calati del 4,5% (dati MPI – la scuola in cifre).
Non è vero che è opportuno che il bambino abbia un solo punto di riferimento nella scuola primaria. Infatti, associazioni pedagogiche di spicco come il SIPED, SIRD, CIRSE, e SIREF sono nettamente contrarie al ritorno di questa figura, connotandola in modo negativo e anacronistico.
Non è vero che i risultati della scuola italiana siano pessimi: gli allievi delle scuole secondarie di secondo grado di Veneto, Lombardia e Piemonte hanno raggiunto nei test risultati molto vicini a quelli degli allievi della Finlandia, additata dal ministro come esempio per il paese. Inoltre, le famiglie italiane hanno mostrato un gradimento nei confronti della scuola pubblica dell’ 80% (dati OCSE – education at a glance), superiore alla media europea (78%)
Non è vero che i docenti del sud sono meno preparati dei colleghi che operano al nord e necessitano di apposito aggiornamento, poiché nelle strutture scolastiche del nord operano e ottengono brillanti risultati moltissimi docenti provenienti dal sud, il cui “ritardo” è pertanto da individuare in fattori sociali, economici e strutturali che il ministro dovrebbe conoscere e contribuire ad eliminare.
Ecco invece quello che, sulla base delle disposizioni ministeriali e degli effetti della legge 112/08 e dell’approvando DL 137/08, il ministro dovrebbe dire alle famiglie:
1. Molti docenti di ruolo saranno individuati come soprannumerari e saranno pertanto costretti a cambiare sede, il che significa che la continuità didattica non sarà garantita e che i ragazzi potrebbero dover cambiare insegnante anno dopo anno.
2. Le scuole aventi un numero di allievi inferiore a 100, ubicate nei piccoli centri, saranno chiuse, il che comporterà un enorme disagio per gli alunni ( costretti ad intraprendere ben presto una vita da pendolari), per le famiglie e per i Comuni, a carico dei quali verrebbero a gravare le spese per i servizi legati al trasporto degli alunni pendolari.
3. L'orario di insegnamento nella scuola primaria sarà ridotto a 24 ore settimanali, insufficienti a garantire il rispetto dei tempi di apprendimento propri di ciascun alunno.
Non ci saranno più né pluralità dei docenti né compresenze, il che significa che non sussisteranno le condizioni per permettere attività di recupero per alunni con difficoltà di apprendimento, gite d'istruzione, visite guidate e una didattica aperta al territorio.
5. Il tempo pieno non sarà garantito a tutti, perchè solo le scuole del nord sono dotate delle infrastrutture necessarie, il che porterà ad accentuare il divario culturale fra il nord ed il sud del paese, penalizzando fortemente quest'ultimo, dove il tasso di abbandono scolastico risulta essere più alto.
6. Gli unici insegnanti specialisti saranno i docenti di religione, visto che gli insegnanti specialistici di lingua inglese nella scuola primaria saranno riassorbiti su posto comune (articolo 1 comma 128, legge 311/2004) e tutti gli altri saranno obbligati ad abilitarsi all'insegnamento dell'inglese attraverso corsi di 150-200 ore, il che sfacciatamente contraddice quanto sbandierato dallo stesso governo Berlusconi nelle sua precedente legislatura, ovvero l'importanza delle tre "I", tra cui appunto l'insegnamento dell'inglese.
7.A causa dei tagli operati con la legge 112/08, molti alunni non avranno più l’insegnante di sostegno, finora risorsa per la classe intera oltre che strumento formidabile di integrazione sociale e garante del diritto allo studio per gli alunni diversamente abili i quali, in tal modo, verranno ghettizzati, con conseguenze disastrose sul piano sociale e didattico.
8. La riduzione del numero di indirizzi nella scuola secondaria di 2° grado non terrà conto del fatto che gli Istituti professionali sono ben diversi dagli Istituti tecnici, hanno finalità diverse e non sono doppioni. Inoltre, l’accorpamento delle classi di concorso sarebbe molto deleteria soprattutto per chi insegna materie tecniche e professionalizzanti e per gli allievi che si troveranno insegnanti che dovranno necessariamente ricominciare a studiare per materie che non hanno mai insegnato;
9. La contrazione dell'orario scolastico, così come prevista dal piano programmatico presentato dal ministro, andrà à discapito delle materie tecniche, ossia proprio quelle che formano l'allievo nell'indirizzo prescelto;
10. la riduzione del 30% degli insegnanti di laboratorio impoverirà l’offerta formativa degli istituti professionali, oltre a rendere meno sicure le esercitazioni nei laboratori.
Inoltre il ministro sostiene che parte dei soldi risparmiati servirà a rendere più sicure le scuole, ma anche stavolta si tratta di un'affermazione priva di fondamento visto che l'edilizia scolastica compete ai comuni (legge 11 gennaio 1996, n. 23, articolo 9 comma 1), così come non corrisponde a verità il fatto che i docenti di ruolo vedranno aumentato il loro stipendio: secondo il ministro, infatti, solo i più "meritevoli" e solo a partire dal 2012 saranno premiati con 50 miseri euro a testa: un’elemosina in cambio della richiesta ai docenti di svendere la scuola pubblica !

Forum Precariscuola

NO ALLE BASI MILITARI IN ITALIA! VOTA PER IL REFERENDUN ON LINE PER DIRE NO ALLA BASE MILITARE USA A VICENZA!



Referendum del blog www.beppegrillo.it
sulla nuova base militare DAL MOLIN a Vicenza




È lei favorevole alla adozione da parte del Consiglio comunale di Vicenza, nella sua funzione di organo di indirizzo politico amministrativo, di una deliberazione per l'avvio del procedimento di acquisizione al patrimonio comunale, previa sdemanializzazione, dell'area aeroportuale "Dal Molin" - ove è prevista la realizzazione di una base militare statunitense - da destinare ad usi di interesse collettivo salvaguardando l'integrità ambientale del sito?





Chi vota SI non vuole la nuova base militare DAL MOLIN a Vicenza.
Chi vota NO vuole la nuova base militare DAL MOLIN a Vicenza.

venerdì 26 settembre 2008

lunedì 22 settembre 2008

Parlamento pulito 2008: ecco i nuovi condannati

Offresi riconoscenza eterna...per chi li butta fuori dalle nostre tasche!

venerdì 19 settembre 2008

CHE TESTA DI ...PAPEN!

È molt pravo questo Papen Ratzinger, proprio un bel kapo di kattoliken: la cira e la mena kome gli pare e piace. In Italien tice: "pisogna kreare nuova classen di potici kattolici, in Francia tice: "puona la laicità". Dofe va e va dice kuell che gli konvien. Ke grante testa di Papen!!!

Lo passi perchè sei un grande delinquente!

Mafia e mafia!

mercoledì 10 settembre 2008

SIAMO NELLA CACCA E LUI...RIDE SEMPRE!


Penso che se la ride dei cretini che munge e che fanno essere la sua "economia" solida!

CADE IL GOVERNO!!!!! ATTENZIONE!!!! SI SCANSI CHI PUO'!


Con queste premesse La Carfagna e tante "ministre" vengono arrestate, Silvio il nano, anche, e chi resta a "governare" sto casino?

La scuola secondo la Gelmini

Evviva

domenica 7 settembre 2008

Ma vatti a leggere la Bibbia...!

Benedetto XVI ha esortato la Chiesa e i cattolici a tornare ad «essere capaci di evangelizzare il mondo del lavoro, dell’economia, della politica»
CAGLIARI
Il cristianesimo arrivi nelle famiglie, «cellule della società», ai giovani, «assetati di verità e di ideali proprio quando sembrano negarli», così come «il mondo del lavoro, dell’economia, della politica», che ha bisogno di «una nuova generazione di laici cristiani» che abbiano «rigore morale» e «competenza»: è l’auspicio espresso da Benedetto XVI nel corso di una messa celebrata di fronte a centomila fedeli a Cagliari in occasione del centenario della proclamazione della Madonna come patrona della Sardegna.
MA DA QUANDO I CATTOLICI SONO CRISTIANI? BASTA LEGGERE LA PAROLA DI DIO, LA BIBBIA, PER CAPIRE CHE I CATTOLICI APPARTENGONO A QUELLA CATEGORIA DI PERSONE.."A CAUSA DI LORO IL NOME DI DIO SARA' MALEDETTO"!

sabato 6 settembre 2008

SICUREZZA O CIVILTA'?

Se il progetto sicurezza si dovesse valutare da quanto avviene nel quartiere Madonnella .... c'è da mettersi le mani nei capelli!
Si invita a dare suggerimenti per migliorare lo stile di vita del quartiere! Grazie Emilio

sabato 16 agosto 2008

Berlusconi caso clinico

pure malato e psicopatico

lunedì 9 giugno 2008

Come è andata a De Magistris!

Assoluzione De Magistris: il nulla dell'informazione

demagistrisarch.jpg

La Procura di Salerno ha definito le accuse mosse al pm Luigi De Magistris "denunce strumentali e tentativi di delegittimazione". Sono insussistenti tutti i reati contestati da quello della calunnia e diffamazione, all'abuso d'ufficio, all'inosservanza agli obblighi di astensione, alla fuga di notizie. Insomma, tutte accuse inesistenti.
I mandanti politici di questo atto di diffamazione e di intralcio della giustizia dovranno pagarne il prezzo. I responsabili di tg e testate giornalistiche dovranno spiegare agli italiani perchè i mezzi di informazione hanno dato risonanza a suo tempo ai detrattori del pm mentre oggi non danno alcun valore alla notizia dell'archiviazione delle accuse relegandola nelle pagine interne o non parlandone affatto.

Pubblico anche un articolo di Marco Travaglio sull’argomento, apparso sull’Unità di oggi, che condivido pienamente, e la richiesta di archiviazione della Procura di Salerno (leggi il documento).


Il Coniglio Superiore

"Innocente. Capito? Innocente. Secondo la Procura di Salerno, che ha ricevuto per tre anni una raffica di denunce da parte dei suoi superiori e di suoi indagati, Luigi de Magistris non ha fatto nulla di illecito. Va archiviato perché s’è comportato sempre correttamente.
Mai fughe di notizie, mai passato carte segrete a giornalisti, mai perseguitato né calunniato nessuno, mai abusato del suo ufficio. Semmai erano i suoi superiori a commettere contro di lui i reati che addossavano a lui. «A causa delle sue inchieste - scrivono al gip i pm salernitani Nuzzi e Verasani - il dott. De Magistris ha subito costantemente pressioni, interferenze e iniziative volte a determinarne il definitivo allontanamento dalla sede di Catanzaro e l’esautorazione dei poteri inquirenti». Un complotto che coinvolge magistrati, politici, forze dell’ordine, ispettori ministeriali e forse membri del Csm, tutti allarmati dalla «intensità e incisività delle sue indagini». Complotto andato a segno, se si pensa che i magistrati e i politici indagati da De Magistris, compresi quelli che hanno intercettato cronisti e agenti di polizia giudiziaria per indagare indirettamente sul pm, son rimasti al loro posto o han fatto carriera, mentre De Magistris è stato scippato delle inchieste più scottanti (Poseidone e Why Not),poi trasferito dal Csm con espresso divieto di fare mai più il pm. Uno dei suoi indagati, l’ex magistrato ed ex governatore Fi Chiaravalloti, l’aveva previsto in una telefonata in cui proponeva di affidare lo scomodo pm alle cure della camorra: «De Magistris passerà gli anni suoi a difendersi». Ovviamente Chiaravalloti è rimasto al suo posto di numero due dell’Authority della Privacy. De Magistris invece, se la Cassazione non annullerà la condanna del Csm, dovrà sloggiare da Catanzaro e smettere di fare l’inquirente. In un paese normale, ammesso e non concesso che queste vergogne possano accadere, ci sarebbe la fila sotto casa del magistrato per chiedergli scusa. Ma, nel paese della vergogna, non si scusa nessuno. Resta da vedere se finalmente, ora che le 900 pagine della Procura di Salerno sono depositate, il Consiglio superiore della magistratura si deciderà a fare qualcosa. Non contro De Magistris (ha già fatto abbastanza), ma contro chi «concertò una serie di interventi a suo danno», per infangare «la correttezza formale e sostanziale della sua azione inquirente»; contro quel «contesto giudiziario connotato da un’allarmante commistione di ruoli e fortemente condizionato da interessi extragiurisdizionali, anche di illecita natura»; contro chi l’ha bersagliato con «denunce infondate, strumentali e gravi; contro quegli alti magistrati, di Catanzaro e di Potenza,che spifferavano notizie segrete delle indagini di De Magistris per far ricadere su di lui la colpa delle indiscrezioni. Si dirà: queste cose si scoprono soltanto ora. Eh no: il Csm le sapeva dallo scorso ottobre, quando i pm Nuzzi e Verasani furono ascoltati a Palazzo dei Marescialli e anticiparono le prime conclusioni delle loro inchieste. Anticiparono che le accuse a De Magistris erano frutto di un’abile orchestrazione (mentre le sue indagini erano «corrette e buone, senz’alcuna fuga di notizie»), e che gli unici illeciti, gravissimi, emersi riguardavano proprio i superiori e gli indagati di De Magistris. Fecero pure i nomi dei magistrati di Catanzaro, Matera e Potenza, degli ispettori ministeriali, dei giornalisti, dai politici e dei faccendieri indagati anche a Salerno per corruzione giudiziaria, minacce, calunnie, rivelazioni di segreti ai danni di De Magistris. Denunciarono le interferenze dei suoi capi, Lombardi e Murone, nelle indagini. Rivelazioni agghiaccianti che avrebbero dovuto suggerire l’immediata sospensione dei magistrati coinvolti e l’immediato stop a ogni procedimento disciplinare a carico del pm. La difesa di De Magistris questo chiese: che si attendesse l’esito delle indagini di Salerno. Il Csm non volle sentire ragioni e procedette con la foga di un plotone di esecuzione. Quasi che la sentenza di condanna fosse già scritta. Per fortuna, contrariamente alla macabra profezia di Chiaravalloti, De Magistris ha finito di difendersi, e ora si spera che qualcun altro prenda il suo posto. C’è un giudice a Berlino. Anzi, a Salerno.

Marco Travaglio"

NUCLEARE, Scajola: prima pietra entro legislatura

Parla un altro...coglione: Scaiola

Berlusconi, Enrico Fermi, le cellule e l'energia nucleare!

Il ...coglione dice..

giovedì 29 maggio 2008

mercoledì 28 maggio 2008

Rifiuti. Ultimatum agli inceneritori

Rifiuti. Ultimatum agli inceneritori
27 Maggio 2008
Rifiuti. Ultimatum agli inceneritori

repubblica_inceneritori.jpg

Repubblica titola: "Rifiuti. Ultimatum ai ribelli". Propone un indovinato accostamento con un mitragliere in Afghanistan, di certo casuale. Repubblica dovrebbe invece titolare: "Rifiuti. Ultimatum agli inceneritori", con una foto non casuale dell'Impregilo. Sarebbe un atto di coerenza. Jacopo Fo cita un articolo dell'ultimo Venerdì di Repubblica: ben 435 ricerche scientifiche provano un forte aumento di tumori e nascite malformi in prossimità degli inceneritori.

"Mi diverto.
E’ ormai chiaro che dentro i giornali italiani si combatte una battaglia durissima tra i direttori e un pugno di giornalisti che si rifiutano di tacere sempre e comunque.
Così abbiamo delle piccole soddisfazioni: alcune notizie bomba finalmente vengono pubblicate. Non le vedete in prima pagina, non hanno titoli a 9 colonne, non sono correlate da interviste e commenti. Però le notizie escono.
Ad esempio vengono pubblicate sul numero 1052 del Venerdì di Repubblica (16 maggio) a pagina 90 (coincidenza o magia alchemica il fatto che la paura nella Smorfia napoletana corrisponde al numero novanta?).
Ecco l’articoletto, secco secco. Un grande pezzo di sintesi giornalistica, probabilmente contrattato parola per parola in riunioni infuocate dei caporedattori, oppure sfuggito per errore alla penna rossa dei censori… Questo articolo credo che alla fine sia uscito perchè protetto dalla Divina Provvidenza in persona, è comunque stato stampato, nero su bianco, e ci dice che 435 (QUATTROCENTO TRENTACINQUE) ricerche scientifiche internazionali provano un aumento di tumori e nascite malformi spaventoso in prossimità dei termovalorizzatori.
Senza commento. Senza due righe di scuse verso il povero Beppe Grillo accusato con ogni tipo di cattiveria dalle colonne dello stesso giornale per essersi permesso di dire esattamente la stessa cosa: gli inceneritori puoi anche chiamarli termovalorizzatori ma ti ammazzano comunque.
Una nota stilistica che permette di capire appieno il meccanismo perverso utilizzato dai media per rendere di scarso interesse notizie di importanza capitale.
Il titolo può essere un modo per indurre le persone a leggere un articolo oppure a non leggerlo.
Se questo articolo fosse stato: “Aveva ragione Grillo gli inceneritori uccidono!” avrebbe destato grande curiosità. Allora lo hanno intitolato in modo tale da tagliargli le gambe: “Emissioni: Una ricerca francese sottolinea il rapporto diossina-cancro
QUANDO LA SALUTE SE NE VA IN FUMO (TOSSICO).
Capisci l’astuzia: non ti dice che le ricerche sono 435, come viene specificato poi nell’articolo. Non si pronuncia la parola proibita INCENERITORE. Si parla di EMISSIONI… Termine vago come la melma.
Questa tattica in effetti funziona. I lettori accorti dicono: “Però alla fine Repubblica le notizie le dà!” E continuano a comprarla. Mentre il 95 per cento dei lettori, un po’ meno attenti, non si accorge di quella notizia così imbarazzante.
Prova ne è che sono passati 5 giorni dall’uscita del Venerdì e se cerchi sul web: “diossina istituto statale di sorveglianza sanitaria francese”, non trovi niente a proposito di questa colossale notizia!
E non trovi niente neanche se digiti “diossina 435 ricerche PubMed”
Comunque giudica tu: ecco il testo integrale:
“Nelle popolazioni che vivono in prossimità di impianti di incenerimento dei rifiuti è stato riscontrato un aumento dei casi di cancro dal 6 al 20 per cento.
Lo dice una ricerca, resa pubblica dall’istituto statale di sorveglianza sanitaria francese, l’ultima delle 435 ricerche consultabili presso la biblioteca scientifica internazionale PubMed che rilevano danni alla salute causati dai termovalorizzatori per le loro emissioni di diossina, prodotta dalla combustione della plastica insieme ad altri materiali. Questa molecola deve la sua micidiale azione ala capacità di concentrarsi negli organismi viventi e di penetrare nelle cellule. Qui va a “inceppare” uno dei principali meccanismi di controllo del Dna, scatenando le alterazioni dei geni che poi portano il cancro e le malformazioni neonatali.”
(Il pezzo non è firmato ma sta all’interno di una specie di box dentro un articolo di Arnaldo D’Amico.)
Spero ci si renda conto dell’importanza dell’ufficializzazione di una simile notizia: e ti invito quindi a farla girare e ripubblicarla sul tuo sito. Se riusciamo a far sapere a molti italiani come funziona questo giochetto dell’informazione ridimensionata (non censurata, non libera, omogenizzata) potremmo creare qualche altro problema ai signori dei giornali. Loro ormai lo sanno che chi legge i quotidiani poi va su internet…
FACCIAMOLI PIANGERE!
CITIAMOLI A MARTELLO OGNI VOLTA CHE PER SBAGLIO DICONO LA VERITA’.
Usare la forza dell’avversario per farlo cadere". Jacopo Fo
Diffondi l'iniziativa

venerdì 23 maggio 2008

venerdì 16 maggio 2008

martedì 13 maggio 2008

CLICCATE SUL TITOLO Berlusconi non smette di stupire!

GUARDATEVI QUESTO VIDEO!

Lezione noiosa

dormi dormi bel bambino...che la fine si avvicina!!!!!

Posted by Picasa

martedì 29 aprile 2008

venerdì 18 aprile 2008

giovedì 17 aprile 2008

CONTRO LEGGI VERGOGNA TOCCA A NOI CITTADINI

"Liberiamo l'informazione" di Antonio Di Pietro | 17 Aprile 2008
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it

lunedì 14 aprile 2008

domenica 13 aprile 2008

CENSURA WEB SU PEDOFILIA DEI PRETI CATTOLICI

Visto che è stato reso impossibile la pubblicazione del video sui preti pedofili, guardatevi questo video:

http://it.youtube.com/watch?v=boKEn4H8FUQ#

berlusca a casa

lunedì 7 aprile 2008

Il VATICANO VESTE PRADA

benigni vs fede

le stronzate di berlusconi

BERLUSCONI LEGGE IN INGLESE @ Censurato BLOB

Acque poco Sante

Otto per chi?

8x1000 - e se fosse questa la....

Crimini della chiesa cattolica

LA VALIGETTA. CHIESA E PEDOFILIA

Pretofili

L'Olocausto secondo Radio Maria

I professori satanici della Sapienza - Radio Maria

Evil Pope

Ratzinger Morphing

Papa Benedetto XVI Hitler-Doppiaggio comico

Papa Ratzinger....in tutta la sua cattiveria !!

Gli incubi di notte!!!!!

la verità sul papa ratzinger

meditate....

Reazioni dopo le elezioni.....MAGARI!!!!!!



E' solo un sogno, lo so, ma qualche volta....

COSA FARA' SE NON VINCE? Ecco la risposta...


venerdì 4 aprile 2008

LO SAPEVATE CHE...LA CARLUCCI...




Ma pensate che testa, altro che cosce o culo!


Lei ne sa più di Maiano, uno dei più grandi fisici mondiali! Si permette di criticarlo e non sa neanche scrivere in italiano!


Ma sandasse a buttà su una strada!!!!!

giovedì 27 marzo 2008

ATTENTATO ALLA PASTICCERIA NEW BETTY AL QUARTIERE MADONNELLA

Ieri sera, alle 23 circa, un'esplosione provocata da ignoti ha interrotto l'attività di Massimo, gestore della pasticceria. Tutto è andato distrutto. Ci auguriamo che, quanto prima, Massimo possa riaprire la sua pasticceria e il suo sorriso e il suo viso da onesto e pulito artigiano possano tornare a splendere fra di noi, in questo quartiere! Ci auguriamo anche che le indagini delle autorità competenti portino all'arresto dei colpevoli di quanto accaduto. Si tratta di delinquenti che non si sono posti il problema che l'atto poteva portare ad una strage.
Quanto è accaduto non riguarda solo Massimo, ma tutti gli abitanti del quartiere.
A presto Massimo!

mercoledì 19 marzo 2008

ALLA FACCIA DELLA LAICITA' DELLA SCUOLA!!!!



La prima volta che sono arrivato a scuola mi è sembrato di entrare in una chiesa! Perche non mettere un simbolo islamico e uno ebraico ecc. ecc.?
La Costituzione dice che tutte le fedi sono uguali per lo stato italiano.
Forse sarebbe il caso di abolire il concordato! Che ne pensate?
Preferibilmente non usate commenti anonimi, mi piacerebbe poter dialogare con voi! Emilio

giovedì 6 marzo 2008

Piove governo ladro




Piove di tutto sugli italiani, ma agli italiani piace bagnarsi! Ci godono!
MA COME SI FA A FARE I PROPRI BISOGNI IN CESSI-BAGNI SENZA PORTE?

martedì 26 febbraio 2008

Provate ad andare a......

E' inutile cercare altrove il mio sito. L'unico aggiornato è quello del link a destra Emilio Maglietta Home Page!

domenica 17 febbraio 2008

USA sotto attacco e....poi?


15.09.2001 18:15 Il giorno 11 settembre 2001 gli USA subiscono un attacco aereo e in pochi minuti migliaia di statunitensi, le due torri delle quali andavano fieri, il loro tanto amato giocattolo "IL PENTAGONO" e altri grattacieli vanno distrutti.
Il presidente Ciampi, che dice di parlare a nome di "tutti gli italiani", si dice inorridito. Evidentemente io non sono un italiano, perchè non ho provato orrore e con me , penso, e ne ho avute le prove, più della metà della popolazione mondiale!
Non ho provato orrore perchè da anni provo orrore, per cui quello che è successo agli USA non ha provocato in me particolari sensazioni.
Tutto rientra nella normalità!
Quello che è successo negli USA ha solo una grossa novità o meglio primizia:
per la prima volta dal 1865, dalla fine della guerra di secessione, gli statunitensi vivono in casa un'azione di guerra, per la prima volta devono contare i loro morti civili, i loro bambini, le loro donne, i loro vecchi; per la prima volta devono ricostruire edifici, per la prima volta il cittadino medio statunitense vede il sangue, l'orrore della guerra dal vero, sente l'odore della carne bruciata, sente la paura...!
Viene in mente il detto "chi semina vento...raccoglie tempesta"!
In questa vicenda non desta orrore in me l'attacco agli USA, ma quello che è successo dopo, che sta succedendo e che succederà in futuro!
Cerchiamo di fare un analisi della situazione mondiale prima dell'attacco e degli avvenimenti, delle menzogne dette e scritte dopo l'attacco:
Dalla guerra di secessione gli USA iniziano una politica di espansione, di ingerenza negli affari interni degli stati vicini, con una completa mancanza di scrupoli e in nome di concetti molto strani di "democrazia e libertà" e, nel giro di pochi anni si appropriano del continente americano in maniera talmente completa che dire USA e AMERICA, per molti diventa la stessa cosa! Poi, rassicurati dal fatto di non poter essere attaccati da truppe di terra e quindi di non avere l'eventualità della guerra sul proprio territorio, nel 1898 fanno guerra alla Spagna e si appropriano di Guam, delle Filippine, di Portorico, di Cuba, delle Hawai, di Samoa; avevano già tolto Panama al Cile e finito il canale che collegava i due oceani permettendo alla loro flotta di controllare il mondo.
Intervengono in Europa in occasione della prima guerra mobdiale, la radono al suolo durante la seconda, spaccano le nazioni in due in nome della loro "libertà", organizzano governi nei paesi "amici", fanno colpi di stato (Grecia), se qualcuno non diventa loro servo viene schiacciato o si tenta di farlo!
Insomma la politica estera statunitense crea una lunga e schifosa scia di sangue, odi, risentimenti, milioni di morti e tutto in nome della "civiltà e democrazia statunitensi".
E gli spiriti liberi e critici dovrebbero condividere ed essere complici di tutto questo?
Se hanno decretato 3 minuti di silenzio per le vittime statunitensi provocate da chi non si sa, allora dovremmo continuamente stare in silenzio per le decine di milioni di morti che gli USA hanno disseminato e disseminano per il mondo!

U.S.A. zozzoni


FUORI GLI U.S.A. DALL’ITALIA!
Tutti guardano al modello statunitense di vita, di democrazia, di stato, ecc. ecc., ma con quale cognizione di causa e quali gusti?
Una nazione nata da un bagno penale!
Una miriade di prostitute e di ladri, buttati fuori dalla Gran Bretagna, hanno iniziato a costruire una nazione massacrando i pellerossa che li avevano accolti!
A loro si sono aggiunti fanatiche sette religiose perseguitate in Europa, assassini che cercavano scampo dalla giustizia e avventurieri della peggiore specie.
Incrocio dopo incrocio, per selezione naturale, ecco il risultato: gli USA.
Una nazione violenta che:
produce bambini che al posto dell’orsacchiotto hanno una pistola;
ha i bracci della morte pieni di individui che provengono dalle categorie più povere culturalmente ed economicamente;
afferma che è importante vincere e non come si vince;
vive rubando a casa degli altri, USA a casa propria e poi butta le schifezze (come dicono a Napoli) a casa degli altri;
è la principale causa dell’inquinamento del nostro pianeta;
vive sulla morte e il sopruso;
afferma la “giustizia” dei vincitori;
è stata l'unica nazione nella storia ad usare bombe atomiche su città indifese;
Che schifo di nazione!
Guardando la corona della loro statua della libertà mi viene in mente la corona di spine che i romani misero sul capo del Nazareno! Negli USA la libertà e la democrazia vengono quotidianamente violentate e crocifisse.
Diciamocela la verità: abbiamo perso la seconda guerra mondiale, loro ci dominano e noi, paraculi, li chiamiamo alleati!